La Filosofia di U.P.A.I.

La Filosofia di U.P.A.I.

Certamente si sente parlare qui di U.P.A.I. per la prima volta ignorando progetti e propositi. Questa realtà sta coinvolgendo gran parte dell'Italia nutrendo l'umile pretesa di sostenere il popolo italiano.

In U.P.A.I. non sono coinvolte faziosità politiche, sindacaliste né movimenti elettorali di stampo europeista. L'Associazione dà supporto al settore primario della penisola: la madre terra è in affanno perché i suoi frutti sono stati messi in disparte e il loro prestigio svalutato.

Nel Lazio, in Campania, in Calabria, come pure in Puglia, in Sicilia, in Basilicata e in Sardegna le imprese agricole si stanno unendo a U.P.A.I. allo scopo di potersi preservare dalle difficoltà economiche derivate da sottintese normative statali, dazi doganali e imposizioni di merce importata dalla dubbia qualità.

La mission di U.P.A.I. basa i suoi capisaldi sulla fiducia che il popolo italiano ha sempre riposto nelle proprie risorse: non si deve perciò confondere questa Associazione con sfarzose esposizioni universali di orgoglio made in italy, rappresentazioni di servizi innovativi a favore della globalizzazione o ancora con campagne di sensibilizzazione sociale per l'acquisizione di nuovi consumatori.

U.P.A.I. desidera la ripresa concreta delle fasce indebolite d'Italia. Occorre subito un intervento deciso capace di frenare, quantomeno rallentare, l'acquisto compulsivo di alimenti venduti a prezzi ribassati o scontati e arrestare schiere di discount multimarca che sorgono su tutto il territorio italiano per convertire consumatori sfiduciati ma raggirati in questa maniera con etichette e marchi di provenienza contraffatta.

U.P.A.I. deve possedere una propria catena di punti vendita a salvaguardia dei prodotti agroalimentari italiani: saporita frutta maturata delle coste messinesi, oli evo salentini e materani; vini calabresi; verdure e cereali raccolti e trattati dalle nostre isole devono poter raggiungere con facilità i banchi di vendita.

L'Associazione non si appoggia a filiere né a intermediari ma conta di produrre, stigliare e vendere a Km 0 esclusivamente dalla medesima insegna. Ciò verrà in soccorso e sarà a vantaggio di tutti gli iscritti a U.P.A.I., i quali potranno raddoppiare i guadagni e dimezzare i costi di produzione. Si risolverà anche lo scomodo problema della merce invenduta.

Anche il consumatore beneficia di U.P.A.I., spendendo di meno e godendo di sconti riservati se di fascia debole, pensionato oppure con un basso reddito, grazie a un'apposita tessera nominale emessa dall'Associazione.

U.P.A.I. organizzerà fiere del settore agroalimentare all’estero, dove si farà ben conoscere. Pertanto, c'è bisogno che tutti credano in questo progetto quanto ci crediamo noi già associati: unite le forze ed entrate a far parte dell'Associazione di U.P.A.I.